Truly bizzarre radiation hazard from Tokyo

Sparkling Impact

Bene.

No, di certe cose sono convinto ci sia il bisogno di parlare. Di far capire, com-prendere, come usava dire qualcuno in maniera ben più accorta della mia nel secondo dopoguerra.

Internet ha, a suo modo (o meglio, a nostro modo, ma non facciamo i banaloidi) modificato il rapporto che intratteniamo con la cultura di massa e la sua stessa evoluzione. Spariscono i gate-keeper, anche se la loro esistenza mi è sempre stata quantomeno dubbia, e fioriscono le comunità – un termine che, non me ne voglia Tönnies, acquisisce finalmente un senso compiuto e tangibile proprio nel virtuale.

Così scrissi, in ben altri contesti, a proposito di tutto questo (e lo copio e incollo perché sono un incurabile indolente):

“L’aspetto che più emerge di internet, parlando di formazione di “compartimenti culturali” specifici, è che permette a gruppi dislocati geograficamente di perseguire i loro interessi culturali in modalità molto più approfondite delle epoche che ci hanno preceduto, quando il flusso di informazioni disponibili era decisamente più ristretto e localizzato. Si fa spazio una competenza settoriale vastissima. Il fortissimo aumento di fan-fiction, di interesse verso l’alternative rock o gruppi musicali indipendenti, di giochi di ruolo fantasy o fantascientifici, la nascita di articolate teorie cospirazioniste e il fenomeno del cosplay sembrano tutti sintomi di questa settorializzazione estrema della diversità culturale; largamente invisibile nel “mondo reale”, ognuna ha una fiorente esistenza sotterranea”.

E allora, cosa ci metti sul piatto oggi? Vi starete legittimamente chiedendo. O magari avete saltato a piè pari la solita banfata e avete già cliccato il video. E vi stimo se lo avete fatto, giuro.

Neon Genesis Evangelion è una serie che va dal mapperché (tm) al “non dovevi farlo, ma ormai”. È il simbolo di un Giappone che seppe rivoluzionarsi coraggiosamente, o che, più semplicemente, imparò a giocare sporco: l’animazione impegnata sposava definitivamente – dopo il passo compiuto da Otomo – il postmodernismo in una veste tutta orientale composrta da gore e romance, impermanenza e caducità, bad-ending e un futuro che chissà.

E insomma si è andati diretti per il cult.

E quando qualcosa è un cult, la gente, le comunità, si sentono a loro modo indaffarate. Mostrano la propria devozione al novizio. E quelli che vi mostro qui di seguito sono solo esempi che mi hanno affascinato con la goffaggine e l’ingenuità tipica del fandom.

Segue poi una lista di ciò che non ha trovato spazio nella mia selezione ma che potrebbe comunque interessare a molti di voi – e se trovate qualcosa di imperdibile o avete addirittura prodotto qualcosa di vostro, non dimenticate di commentare lì sotto che prima o poi qualcosa ci si guadagna tutti.

Da guardare, se anche a voialtri KatayamaGelion è rimasto nel cuore, anche una versione non troppo dissimile nota semplicemente come tkg. Ma in cuor mio so che avete bisogno anche di puro e semplice fan service: per quanto amatoriali, le versioni di Meitantei Conan e One Piece meritano una prima ricognizione. E mentre SAZAELION vi rimarrà impresso per la sua demenza, HARUHIGELION potrebbe conquistarvi con un nonsense di quello duro e crudo, il cui unico neo è rappresentato dalla sovrabbondanza a tratti nauseante di moekko (ragazzine-occhioni-divisa). Immancabile un machinima su wow, mentre non ci si spiega la scelta di questo inascoltabile remix per Code Geass. Un’altra perla è Lupin, o ancora Dragonball, che è diventato per l’occasione Drangelion.

Ma che dire di chi, infine, ne fa un video per il proprio matrimonio e riceve più di un milione di visite? Non sono certo gli unici ad averlo fatto, ma diciamo che i risultati sono stati, nelle varie occasioni, quantomeno altalenanti.

Ed ecco, in ultima, link che rimandano ai filmati integrali presenti nel video:

Opening live action

Katayama Gelion

EvaBebop

Television Program

The legend of Microsoft Windows

E con questo è davvero tutto. So long for now, space cowboys.

Annunci

8 Risposte

  1. yuki onna

    geniale

    2011/09/27 alle 9:48 am

    • Beh, sono punti di vista ;)

      2011/09/27 alle 3:29 pm

  2. Giacomo

    Innanzitutto la musica emoziona ancora :-). Un anime leggendario. Per quanto riguarda i video onestamente impossibile non ridere. Il secondo poi quasi muoio. Belli!

    2011/09/27 alle 3:12 pm

    • Leggenda assoluta, siamo d’accordo.

      2011/09/27 alle 3:32 pm

  3. Michele

    Evangelion, dopo Star Wars il più rivisto e corretto dal proprio autore ed il più citato e parodizzato :)

    Ammetto che KatayamaGelion crea sentimenti contrastanti nel vederlo.
    Mi ha ricordato un po’ questo video: http://www.youtube.com/watch?v=hQ_QSOfcKu0

    2011/10/02 alle 12:12 am

    • quello è un video-spettacolo, caro bentrovato e benvenuto su queste pagine Michele. Per quanto riguarda Gainax e Anno, beh, che ce voi fa’, io ho parlato dei fan almeno ;)

      2011/10/04 alle 11:28 pm

  4. Michele

    Dai passami il commento striminzito, già che son riuscito a trovare la forza di farlo.
    Sono solo in ritardo di mesi in fondo.

    2011/10/05 alle 2:13 am

  5. Passo tutto, ma tu d’ora in poi spamma qualsiasi cosa :D

    2011/10/05 alle 8:28 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...